Linee per l'attività sportiva negli oratori

Nel corso di questi mesi sono state elaborati e condivisi diversi materiali, sussidi e prodotti promozionali. Abbiamo voluto raccogliere e ordinare alcuni di questi materiali, organizzandoli in modo da rappresentare un percorso guida per gli oratori che hanno l'attività sportiva e che intendono valorizzarla come spazio educativo qualificato. Ogni articolo presente nella sezione ORATORIO E SPORT è uno step del percorso suggerito. Nei link presenti all'interno dell'articolo è possibile scaricare i relativi strumenti e sussidi su cui lavorare.

Fateci sapere se è di vostro gradimento, ma soprattutto se è di aiuto, e se lo desiderate presentateci le vostre domande e i vostri dubbi.

Perché ci occupiamo di sport?

don bosco gioco ragazziNon tutti i “perché” vengono per nuocere!
Nella storia dell'umanità la domanda introdotta dal "perché" sovente è stata la molla del sapere e del progresso. Spesso è stata anche un elemento che ha scatenato inquietudine e disagio, fino anche a disorientare una persona. A noi il "perché” interessa in quanto capace di portare a nuove consapevolezze e acquisizioni.

Non è scontato il fatto che la Chiesa, e noi salesiani in essa, ci occupiamo di sport. Ci sono sicuramente valide ragioni. Non il prestigio, né il guadagno. Neanche il successo o la gloria. A questa domanda con grande maestria e saggezza pedagogica ha risposto don Juan Vecchi nel contesto di una relazione tenuta al mondo sportivo salesiano nel 1983:

«Perché i salesiani si collocano anche nello sport e non soltanto nelle scuole e nella catechesi?

Leggi tutto...

La Chiesa si occupa di sport

GP II stadioC'è stato un tempo, agli inizi del novecento,in cui una parte della Chiesa ha guardato con sospetto e ha tenuto lontano la pratica sportiva: motivi ideologici e socio-culturali permettono di comprendere diffidenze e titubanze che nel tempo sarebbero diventati passione e coinvolgimento.

Nello stesso periodo in cui una parte di essa stava ad osservare questa nuova "moda" che avanzava, specialmente dal mondo aglosassone, un'altra parte della Chiesa si trovava già coinvolta nel valorizzare quanto di positivo essa ispirava: la disciplina, la formazione del carattere e dello spirito di gruppo, la testimonianza di valori forti e intramontabili.

Leggi tutto...

Mettiamoci d'accordo

Mani si stringono«Nessun uomo è un'isola» è la poesia di un certo John Donne, poeta inglese del 1600. Versi che poi sono stati citati anche da Ernest Hemingway e Thomas Merton.

La nostra esistenza è ricca di relazioni che vanno curate, custodite, eventualmente corrette e potenziate. Questo medesimo principio va applicato alle relazioni che intercorrono tra una società sportiva e l'oratorio: di fronte al diritto civile ed ecclesiastico, di fatto e di diritto non sono la medesima realtà. Basta considerare alcune semplici cose per rendersene facilmente conto.

Leggi tutto...

I valori dello sport in oratorio

Copertina librettoDa quanto letto negli articoli precedenti (nel caso ti invitiamo a fare... qualche passo indietro)  è chiaro che ci sono delle profonde e chiare ragioni che motivano e orientano lo sport in oratorio. Togliere i ragazzi di strada, raccoglierli attorno ad un interesse positivo, offrire loro un ambiente accogliente e protetto sono un punto di partenza per un'azione educativa ulteriore, una proposta educativa nello sport, e non obiettivi essi stessi.

Se il fine della nostra attività educativa è, come diceva Don Bosco, mirare a formare «buoni cristiani e onesti cittadini», non è possibile accontentarsi di custodirli dal male (prevenzione come protezione), perché avvertiamo come urgente il dovere di offrire loro prospettive di futuro, pienezza di maturità umana e cristiana, una visione di vita presente e futura (prevenzione propositiva).

Leggi tutto...

Il patto educativo per uno sport che fa crescere

startAbbiamo già esaminato il valore strategico e funzionale dell'accordo tra enti giuridici diversi, come sono l'oratorio e la società sportiva, attraverso lo strumento convenzione.

Con effetti ancor più interessanti, è bene procedere anche con un accordo, il patto educativo, tra società sportiva, atleta e famiglia. I vantaggi sono molteplici e su più versanti: esso permette di chiarificare ed esporre fin dall'inizio gli elementi qualificanti della società sportiva e dell'oratorio sia ad intra (dirigenti, allenatori, volontari...) che ad extra (genitori, atleti, territorio...). In modo esemplificativo alcuni degli elementi messi in gioco con il patto educativo:

Leggi tutto...

Cosa non deve mancare perché sia uno sport educativo

bimbo fair playQuesta pagina si presenta ovviamente sintetica, perché accenna agli elementi essenziali che qualificano una pratica sportiva dal punto di vista educativo. Come in tutte le sintesi che non sono proprie, cioè frutto della personale e rielaborata consapevolezza di quanto vissuto, anche questa potrà "parlare" e farsi capire, oppure non dire nulla o far pensare alle solite cose che già sapevamo. Per questo è accalorato il rimando ai testi fondanti originali, con cui confrontarsi e da cui trarre la propria rielaborazione. Anche perché i testi sono molto più ricchi e densi della sintesi qui di seguito riportata:

Leggi tutto...

La campagna PES: la Partita Educativa nello Sport

banner pes campagna
Fin da subito ci siamo resi conto che la sfida educativa nello sport non è una partita facile: abbiamo a che fare con la forza di influsso dei mass media e con il potere economico e finanziario che detta le sue leggi.

Senza pretese di soluzioni e risultati sorprendenti a breve termine, abbiamo deciso comunque di accettare questa sfida, con la “speranza affidabile” che sostiene ogni educatore cristiano e con la creatività e la passione apostolica che hanno guidato Don Bosco nella sua missione ai giovani.

Leggi tutto...

banner oratorio sport

donazioni cnos sport

pes gioca con noi banner

banner animat sport

banner pes

banner centro golf

banner chiesa sport

banner pastorale sport